Blog Cibolando

Educazione Alimentare

Cominciate ad assaggiare e a provare con tanta curiosità!

Educazione Alimentare: proviamo a vederla in un altro modo

19/1/2012 | Postato da 1 commento

Dan LernerBuongiorno ai ragazzi che si avvicinano, spero in tanti e con curiosità, a Cibolando e tanti auguri per il secondo quadrimestre, che è sempre il più tosto!

Informazioni su cosa sia Cibolando, su come e da che ideaTRE60 sia nato, ne troverete tante sul sito e qui sul blog.

Ma a me invece preme rassicurarvi, non vorrei mai che pensaste ad un’altra noiosa materia in aggiunta alle tante tradizionali: “cos’hai alla terza ora? Frittata2, che palle!” come mi è capitato di scrivere qui.

Educazione Alimentare” forse vi può suonare noiosetto ma proviamo a vederla in un altro modo, in uno solamente dei tanti modi che pian piano con Cibolando verranno fuori. Voi siete, noi tutti siamo, tra i fortunati che vivono nella parte fortunata del mondo. Mangiamo almeno cinque volte al giorno tra colazioni, merende, pranzi, spuntini e cene. Abbiamo da scegliere tra migliaia di cibi diversi. Ma ci pensate che noia mangiare sempre le stesse quattro o cinque cose, sempre uguali tutti i giorni (come anche la gran parte degli adulti fa)?

E allora diamine, cominciate ad assaggiare e a provare, con tanta curiosità e un poco di “coraggio”! Ma lo sapete quante scoperte si fanno a smettere di dire “non mi piace”, “non lo mangio”, senza neanche aver guardato nel piatto?

E perché mai poi partire proprio dal cibo? Perché è comodo! Matematica l’avete due volte la settimana, tennis o pianoforte o lezione di inglese il giovedì, la zia la vedete un paio di volte al mese, le partite sono solo nel week-end. Mangiare, come dicevo, mangiate continuamente! Domandatevi ogni volta “Mi piace?” e subito dopo “Perché mi piace o non mi piace?” “Cos’è quel gusto particolare che pensavo mi facesse schifo e invece… mmh?” E dai, buttatevi un po’!

Analizzate i vostri gusti, le vostre preferenze, cinque volte al giorno, tutti i giorni, poi non sarete più capaci di smettere. “Io libri non ne leggo, ma forse se provo…” “Ma perché preferisco i Simpson a MTv? Abitudine o c’è qualcosa in più?” “Ma sarà proprio vero che le ragazzine sono noiose e l’intervallo è solo con i soliti tre amici?”. Poi, credo, non si può più smettere. Di allargare il proprio mondo secondo i propri gusti. Una volta che si è imparato a conoscerli.


Autore del post

Dan Lerner

Dan Lerner si è a lungo occupato di progetti di sviluppo rurale nell'emisfero Sud, iniziando il suo percorso professionale con la FAO. L’etica della produzione e l’educazione alimentare sono sempre stati al centro delle sue attività; su questi temi collabora con la Fondazione Italiana Accenture e con Expo2015. Ha sempre coccolato la sua curiosità per il mondo dell'alimentazione, del cibo e del vino coltivando la sua passione: ricercare e proporre vini fatti con amore, buoni da bere e in grado di suscitare emozioni. Twitter

1 commento Aggiungi un commento

  1. ATENA 98

    SONO CONTENTA E CURIOSA DI AVER INIZIATO QUESTA AVVENTURA CON CIBOLANDO XKè LA STRVO UTILE E ISTRUTTIVA :-) )
    ATENA 98


Aggiungi un commento





Cancella