Blog Cibolando

Piccola pasticceria ma grande sapore

semplicità negli ingredienti e pericolante equilibrio sensoriale

Ricetta mini torte della nonna

7/3/2012 | Postato da 2 commenti

In tempi ormai molto lontani le uova cominciarono ad essere utilizzate assieme al burro per ottenere preparazioni più o meno dolci poggiando saldamente le basi dell’alta pasticceria moderna.

La torta della nonna (preparazione relativamente recente) si ispira nella composizione agli antichi “pasticci” che mai potevano mancare nei banchetti dei tempi che furono. Diversi sono, invece, gli ingredienti che la compongono: ottima e friabile pasta frolla, vellutata e morbida crema pasticcera, zucchero a velo e pinoli.

Esistono fondamentalmente due varianti di questo dolce, quella ricca e quella povera.

La ricca (e molto più famosa) è formata da una base di pasta frolla (cotta a parte) sulla quale viene spalmata abbondante crema pasticcera morbida e dolce, ricoperta poi da zucchero a velo e da pinoli.

La versione povera risulta, invece, ricoperta da un ulteriore strato di pasta frolla (la crema pasticcera ricuoce quindi assieme alla pasta del dolce), lo zucchero e qualche pinolo vi vengono distribuiti sopra dopo la cottura. Questa variante della preparazione è quella che più ricorda gli antichi “pasticci” dove, però, la pasta esterna veniva gettata (aveva infatti solamente lo scopo di proteggere e mantenere appetibile l’interno) e si mangiava unicamente il ripieno.

Ricca o povera che sia io la preparazione credo che questo risulti sempre uno dei dolci che più riescono a regalare un sorriso al cuore.

Semplicità negli ingredienti e pericolante equilibrio sensoriale fanno di questa torta un tripudio di bontà.
Ecco allora delle mini torte della nonna, talmente piccole che se ne possono mangiare anche cinque o sei, Piccola pasticceria ma enorme piacere!

ricetta torta della nonna

Dosi per molte mini torte della nonna:

-Per la pasta frolla- 

250 g di farina 00 (avente W debole);
125 g di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito;
1 uovo medio;
40 ml di acqua fredda;
1 cucchiaio di zucchero;
1/2 cucchiaino di sale.

-Per la crema pasticcera-

375 g di latte fresco intero;
4 tuorli d’uovo;
100 g di zucchero semolato;
25 g di farina 00;
1 pezzetto di vaniglia;
Buccia di limone.

Procedimento:

-Per la pasta frolla-

  • Versare la farina a fontana sul piano di lavoro, mettervi al centro il burro, l’uovo, lo zucchero ed il sale, mescolare e lavorarli con la punta delle dita;
  • Unire, verso l’interno, la farina poco alla volta, lavorando delicatamente l’impasto finchè non assume consistenza grumosa;
  • Aggiungere l’acqua fredda ed incorporarla delicatamente con la punta delle dita fino a quando l’impasto comincia a stare insieme;
  • Spingere l’impasto lontano da noi con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finchè non risulti liscio;
  • Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigorifero fino al momento dell’uso (almeno per 1 ora).

-Per la crema pasticcera-

  • Portare a bollore il latte assieme alla buccia di limone ed alla vaniglia;
  • Lavorare in un recipiente i tuorli assieme allo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa e quasi bianca;
  • Unire la farina continuando a mescolare con una spatola in modo di evitare la formazione di grumi;
  • Aggiungere poco per volta il latte bollente;
  • Versare la miscela in una pentola e cuocere a fiamma molto bassa continuando a mescolare senza far bollire la crema;
  • Quando la consistenza aumenta e diventa quella desiderata togliere la crema dal fuoco e versarla in un contenitore dove la si lascerà raffreddare.

 Assemblaggio e cottura delle mini torte della nonna

  • Preriscaldare il forno statico a 200° C;
  • Creare dei dischetti di pasta frolla con i quali formare la base delle tortine aiutandosi con piccoli stampi adatti (io ho utilizzato quelli in silicone);
  • Bucherellare leggermente le basi appena disposte e ricoprirle di crema pasticcera (senza esagerare altrimenti non si riuscirà più a coprire le mini torte);
  • Coprire con un altro dischetto di pasta frolla;
  • Infornare abbassando la temperatura del forno a 180° C fino a doratura;
  • Lasciare raffreddare, spolverizzare con zucchero a velo e distribuire sulla superficie delle tortine qualche pinolo;

Gustare :)

 


Autore del post

Matteo Bellini

Matteo Bellini aka cuocopersonale, giovane chef padovano, da sempre nella ristorazione, diplomato a pieni voti all’Accademia Internazionale di Cucina Italiana di Gualtiero Marchesi, dopo aver lavorato nei migliori ristoranti al mondo ha deciso di svolgere l’attività di cuoco personale e di docente di cucina. Gestisce un blog eno-gastronomico seguito da migliaia di appassionati ed un sito internet che sta diventando via via punto di riferimento per gli amanti della buona tavola. Segui Matteo su Twitter

2 commenti Aggiungi un commento

  1. alta pasticceria

    complimenti per il vostro blog e i vostri preziosi consigli.


  2. babi00

    evviva le nonne,sagge e piene di idee


Aggiungi un commento





Cancella