Blog Cibolando

la ricetta della food blogger Alessia

una storia diventata leggenda

Risotto giallo zafferano

14/3/2012 | Postato da 4 commenti

Mr Eat ne ha percorsa di strada da quando ci siamo conosciuti in Sardegna ad oggi che ci ritroviamo a Milano. Città frenetica, sempre in continuo movimento, nonché la città in cui nascono alcune delle mode del momento.

Ma Milano è anche la culla di molti piatti conosciuti in tutta Italia e alcuni anche all’estero.
Mi fa sorridere il pensiero di quando, durante un viaggio in Austria, ho chiesto la cotoletta viennese e mi hanno servito una comune cotoletta milanese. Stessa carne di vitello e stessa impanatura, cambia solo la provenienza. E’ nata prima la cotoletta milanese o quella viennese? Chissà se Mr. Eat, esperta forchetta, sa rispondermi…

Visto che Mr Eat ha preparato per i suoi amici un piatto tipico della cucina lombarda, la Cassoeula, io gli rispondo con un piatto caldo e con i colori della primavera, un primo piatto semplice, ma ricco di sapore.

zafferano - ricetta Cosa? Un risotto giallo zafferano.
La nascita del risotto allo zafferano è una storia diventata leggenda.
Pare infatti che questo piatto sia stato preparato per la prima volta al matrimonio della figlia del maestro Valerio di Fiandra, incaricato assieme alla sua squadra di vetrai belgi, di completare le vetrate artistiche del Duomo.
Lo zafferano veniva aggiunto a molti colori per creare particolari effetti cromatici e, per scherzo o per dono, fu aggiunto anche al riso, dando così vita al risotto allo zafferano, tipico piatto della cucina milanese.

Il risotto alla zafferano è molto semplice da preparare: basta un po’ di riso e un pizzico di zafferano che colora il risotto quasi per magia.

Ingredienti per due persone:

140 gr riso
1/2 cipolla
brodo vegetale
1 bustina di zafferano
1 bicchiere di vino bianco
olio d’oliva

Preparazione:
Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere con un filo d’olio d’oliva.
A parte portate a bollore l’acqua a cui va aggiunto il dado vegetale.
Aggiungete il riso al soffritto di cipolla e fatelo tostare mescolando bene. Versate il vino bianco.
Quando il vino sarà evaporato, versate poco alla volta il brodo continuando a mescolare.
Trascorsi circa 10 minuti di cottura del riso, aggiungete lo zafferano sciolto in un mestolo di brodo.
Concludete la cottura del riso aggiungendo il brodo vegetale.
Visto che anche l’occhio vuole la sua parte, prima di servire, aggiungo qualche pistillo di zafferano come decorazione finale.

Chissà cosa ne penserà Mr. Eat…e a voi piace il risotto allo zafferano? ;)

[credits foto]


Autore del post

Alessia

Io sono Alessia e la cucina è il mio posto ideale per creare, un po' come un pittore con la sua tela. Mi piace creare ricette semplici e veloci, abbinamenti con i prodotti di ogni stagione. I dolci sono la passione, sia da cucinare, ma soprattutto da mangiare. In ogni viaggio porto con me la mia forchetta per assaggiare ogni specialità.

4 commenti Aggiungi un commento

  1. ATENA 98

    ciao Alessia, io adoro il riso giallo :-P
    sopratutto quello che fa mia mamma xkè lei lo fa cuocere nel brodo x renderlo + saporito! ;-)
    Atena 98


    • Alessia
      Alessia

      Ciao Atena98,
      è vero, anche cuocere il riso nel brodo è un ottimo metodo per preparare questo risotto.
      Tua mamma dev’essere proprio una brava cuoca, io ho ancora l’acquolina dal “big crab”…che poi, come è venuto??
      baci


  2. ATENA 98

    ciao Alessia, alla fine il “big crab” è venuto buonissimo e infatti mia mamma nn vede l’ora di rifarlo! :-P
    P.S.
    un altro piatto lombardo che adoro è la casseula (una minestra) piace anke a te?


    • Alessia
      Alessia

      Fantastico! Io non l’ho mai mangiato il big crab, ma ti giuro che hai stuzzicato molto la mia curiosità!
      Si, la casseula è un piatto lombardo doc, infatti Mr Eat l’ha preparata per i suoi amici…io l’avanzo, me l’ha promesso ;)


Aggiungi un commento





Cancella