Blog Cibolando

salsiccia e formaggio di Bra in Piemonte

l'appuntamento del martedì con Mr. Eat

A pranzo con “Carlin” in Piemonte

20/3/2012 | Postato da 0 commenti

Questa settimana sono stato a pranzo con il mio amico Carlo Petrini.

Non ricordo se vi ho già parlato di lui, ma è una delle persone che ha più influenzato la mia cucina!
Pensate che nel 1986 ha fondato Slow Food, un’associazione che oggi conta 100.000 iscritti in 150 paesi del mondo.
Tutta questa gente si impegna a fare ciò che piace anche a me:  dire a tutti che il cibo è piacere, cultura e tradizione.

Alimentarsi bene significa avere uno stile di vita sano per il corpo, ma anche  rispettoso delle tradizioni locali e del territorio.  Il motto di Slow Food è buono, pulito e giusto. Tre parole che spiegano in modo semplice le caratteristiche che deve avere il Cibo.
Buono, nel senso del che dev’essere gustoso e piacevole.
Pulito, perché preferiscono i cibi che sono prodotti nel rispetto dell’ambiente e della natura.
Giusto, invece, che quell’alimento è prodotto rispettando i lavoratori e trattandoli bene.
Mica male eh?

carlo petrin

 

 

 

 

 

 
Che personaggio “Carlin”, anche se venerdì era proprio su tutte le furie, dopo quello scherzetto del laboratorio… Ma dopo ci siamo rifatti con la salsiccia di Bra e un piatto di colorate radici al forno (rape, carote, barbabietole e patate). Non avevo mai assaggiato questa salsiccia. Fatta con la carne di vitello anziché quella di maiale poi fatta marinare con del vino Arneis delle Langhe e insaporita da spezie e formaggio Bra grattuggiato, dal quale poi prende il nome.

Ma volete saperla la cosa straordinaria? Si mangia cruda e c’è da fidarsi! Una vera bomba…
Se passate in Piemonte da quelle parti non potete perdervela!

Parola di Mr Eat ;)

 


Autore del post

Mr. Eat

Mr. Eat Cuoco globetrotter. Nato negli Stati Uniti ma di origini italianissime, è tornato nel Bel Paese per riscoprire le proprie radici e, allo stesso tempo, approfondire la conoscenza della dieta mediterranea e delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio.

0 commenti Aggiungi un commento


Non ci sono commenti.

Aggiungi un commento





Cancella