Blog Cibolando

Abruzzo e lenticchie di S. Stefano di Sessanio

l'appuntamento del martedì con Mr. Eat

Con lenticchie così, si va a nozze!

17/4/2012 | Postato da 1 commento

Ragazzi, che salita! Mi sono fermato un attimo e ne approfitto per scrivervi e prendermi una pausa… ho un fiatone che non respiro più…

Ho deciso di capire cos’hanno di tanto speciale queste lenticchie di Santo Stefano di Sessanio, dopo averle mangiate al matrimonio di Francesco.

Sono rugose e piccolissime, di pochi millimetri di diametro, con una buccia di colore marrone scuro e crescono oltre i 1000 metri…che fatica!

Ma la fatica vale lo spettacolo che regalano le pendici del Gran Sasso, in provincia de L’Aquila, circondate dai campi.
Le lenticchie di questa varietà qui si coltivano da tempo immemorabile: nonostante la raccolta sia difficile e impegnativa da gestire, qui c’è gente tosta che non si ferma a metà salita.
Pensate che maturano in tempi diversi secondo l’altitudine e i campi, neanche a dirlo, non sono proprio comodissimi!

Adesso capisco perché anche Slow Food si è attivato con tutte le sue forze nominandole Presidio: un legume così buono, così raro e coltivato da così tanto tempo qui, va assolutamente tutelato e fatto conoscere a tutti!

Buone lenticchie a tutti…ora gambe in spalla Mr Eat ;)

Ecco uno scatto del matrimonio in cui ho mangiato le buonissime lenticchie e ho rincontrato il mio vecchio amico Mattia (qui potete leggere il racconto).

 


Autore del post

Mr. Eat

Mr. Eat Cuoco globetrotter. Nato negli Stati Uniti ma di origini italianissime, è tornato nel Bel Paese per riscoprire le proprie radici e, allo stesso tempo, approfondire la conoscenza della dieta mediterranea e delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio.

1 commento Aggiungi un commento

  1. babi00

    A CASA MIA IN INVERNO DI MANGIANO LE LENTICCHIE CON LA PASTA PICCOLA E MAMMA MI DICE CHE CONTENGONO FERRO ,PERCIO MANGIAMO LENTICCHIE CHE CI FANNO BENE,GRAZIE MR EAT


Aggiungi un commento





Cancella