Blog Cibolando

pizza verace napoletana

l'appuntamento del martedì con Mr. Eat

La Campania profuma di pizza

24/4/2012 | Postato da 1 commento

Ah, la pizza… un piatto così semplice eppure così delizioso! Solo farina, lievito, acqua e sale. E poi il condimento, quello della pizza per eccellenza, la Margherita: mozzarella fiordilatte o di Bufala Campana DOP, basilico e origano, olio extra vergine di oliva.

Rossa, bianca e verde come il nostro Tricolore. La pizza è uno dei nostri piatti per eccellenza e ancor di più visti i recenti festeggiamenti per i 150 anni d’Italia dobbiamo pretendere che sia fatta come si deve.

E il segreto per farla buona non è solo nella mozzarella! Come insegna Gennaro, ogni piccolo passaggio è fondamentale per una buona pizza.

Quindi armatevi di ottimi ingredienti e iniziate impastando a lungo la farina, il lievito l’acqua e il sale che poi lascerete riposare per un paio d’ore.
Poi procedete alla divisione in palline che lascerete fermentare per altre 6 ore circa. Ora sarete pronti a stenderla con le mani partendo dal centro e non toccando mai il bordo detto “cornicione” che così gonfierà e diventerà croccante in cottura.
Al centro della vostra bella pizza metteteci la salsa di pomodoro con dell’origano e, da giugno ad ottobre, anche qualche fettina di pomodoro fresco!
Poi  mozzarella, quattro o cinque foglie di basilico ed un filo d’olio extra di quello buono.
…ora, l’associazione della pizza verace napoletana insegna che bisognerebbe cuocerla in un forno caldissimo scaldato a legna per circa 60-90 secondi.
Ma per chi non avesse il forno a legna a casa nessuna paura, si può fare benissimo con il forno della mamma alla massima temperatura, ci vorranno solo una decina di minuti di cottura al posto che pochi secondi.

Ma lo sapevate che dal 5 febbraio 2010 la pizza verace napoletana è ufficialmente riconosciuta come specialità tradizionale garantita (STG) nientepopodimenochè dalla Comunità Europea e che nel 2011, la pizza napoletana è stata presentata dall’Italia come candidata al riconoscimento UNESCO come Patrimonio immateriale dell’umanità?!

Insomma, una specialità unica nella sua semplicità…“perciò nun’ è cercate sti pizze complicate, ca fanno male ‘a sacca e ‘o stommaco patì…”
(scritta di una famosa pizzeria di Napoli) ;) la pizza - Cibolando


Autore del post

Mr. Eat

Mr. Eat Cuoco globetrotter. Nato negli Stati Uniti ma di origini italianissime, è tornato nel Bel Paese per riscoprire le proprie radici e, allo stesso tempo, approfondire la conoscenza della dieta mediterranea e delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio.

1 commento Aggiungi un commento

  1. beatrice

    mia mamma mi fa la pizza ogni sabato e con la mozzarella di bufala ha un tocco in piu,evviva la pizza e grazie a napoli


Aggiungi un commento





Cancella